Search
× Search
giovedì 13 giugno 2024

Le nostre pubblicazioni di settore

Studi e ricerche giuridiche, economiche e sociologiche riguardanti il settore dell'ospedalità privata. In alcuni casi i documenti completi richiedono la login al sito.


Lombardia

Ospedali e Sviluppo economico
5060

Ospedali e Sviluppo economico

La sanità come motore dello sviluppo in una società solidale

collana AIOP
Edizioni FRANCOANGELI


informazioni e richiesta del volume

Negli anni più recenti si è assistito ad una serie di cambiamenti nei sistemi sanitari, in tutti i Paesi sviluppati, con l´intento di razionalizzare l´uso delle risorse e di garantire una migliore organizzazione e gestione dei servizi sanitari. Oggi stiamo assistendo ad una nuova evoluzione iniziata negli Stati Uniti e in fase di diffusione in Europa. Questa nuova fase vede la sanità assumere il ruolo di motore di sviluppo. La sanità è stata vista in passato esclusivamente come un servizio solidaristico offerto ai cittadini; il problema era contenere la spesa sanitaria per evitare che essa drenasse troppe risorse a scapito degli investimenti e di altri consumi prioritari. Oggi la sanità può essere concepita come motore di sviluppo, capace di alimentare la ricerca e l´occupazione qualificata, produrre servizi esportabili a livello internazionale e promuovere lo sviluppo di intere aree, sempre mantenendo il valore di servizio solidaristico. Concepire la sanità come motore di sviluppo impone una rivoluzione culturale: la spesa sanitaria in questa prospettiva non comprime gli investimenti e i consumi ma essa stessa si configura come un investimento produttivo e una qualificazione dei consumi. Questa nuova visione della sanità implica una modificazione della organizzazione sanitaria, che concili valori etici e obiettivi economici. In questo quadro hanno importanza centrale i nuovi distretti scientifico-sanitari sorti negli Stati Uniti e in Europa. Si tratta di grandi concentrazioni di centri di ricerca e ospedali, pubblici e privati, in grado di alimentare lo sviluppo della nuova sanità moderna. Esempi in tal senso sono San Francisco, San Diego, Boston, Cambridge, Berlino, la Medicon Valley, Monaco di Baviera e altri ancora. La Lombardia, grazie ai progressi realizzati in questi anni in campo sanitario, può candidarsi per costituire il distretto italiano di avanguardia, seguendo il modello degli altri Paesi sviluppati. La nascita di un mercato europeo della sanità sempre più integrato impone di accelerare il processo di modernizzazione del sistema sanitario italiano, valorizzando le capacità pubbliche e private di cui il Paese dispone.

Dario Velo e Francesco Velo



Il Sistema sanitario della Lombardia non è una variante regionale del Servizio sanitario nazionale (Ssn) italiano, ma rappresenta un modello organizzativo originale, costruito in modo da affrontare e risolvere alcune gravi criticità presenti nella sanità delle altre Regioni, conseguenza dei difetti di impostazione del Ssn. Gli aspetti più significativi del modello lombardo sono la netta separazione fra i ruoli di: a) regolatore e finanziatore (Regioni) b) erogatore (Aziende ospedaliere pubbliche e private) c) controllore (Asl), nonché il ruolo degli erogatori di diritto privato, che sono stati sollecitati ad un rilevantissimo investimento di capitali e alla attivazione di una organizzazione ospedaliera di eccellenza. Queste decisioni di politica sanitaria, formalizzate nella Legge Regionale 31/97, sono all´origine dello sviluppo di una rete ospedaliera di altissima qualità, nella quale la componente di Istituti ospedalieri di diritto privato si colloca al massimo livello nazionale per complessità della casistica, e nella quale la componente di Istituti ospedalieri di diritto pubblico è sottoposta allo stimolo positivo del confronto quotidiano, dal quale ha tratto impulso per una ulteriore qualificazione. Al rilevante vantaggio economico che questo modello ha generato, si aggiunge la forte attrattività nei confronti di pazienti provenienti da altre Regioni e, in prospettiva a medio termine, la buona potenzialità competitiva con le migliori reti ospedaliere degli altri Paesi dell´Unione Europea.

Gabriele Pelissero

Previous Article Il sistema sanitario della Lombardia
Next Article Il sistema sanitario della Lombardia

Nazionale

Ospedali & Salute Read more

Ospedali & Salute

Il Rapporto “Ospedali & Salute” ha raggiunto la sua ventunesima edizione, offrendo un presidio annuale di monitoraggio e valutazione dell’efficacia e dell’efficienza del sistema ospedaliero italiano, riconoscibile per la sua natura mista, espressa in una componente di diritto pubblico e in una componente di diritto privato.

3° Bilancio Sociale Aggregato Read more

3° Bilancio Sociale Aggregato

Il Bilancio Sociale  è l’occasione per comunicare il valore economico, sociale e culturale che Aiop e le sue Associate realizzano e mettono a fattor comune della collettività. La restituzione che Aiop propone riguarda non solo lo stato dell’arte, ma anche l’apporto potenziale che sarebbe in grado di produrre rispetto a molte delle criticità che investono il sistema sanitario.

La nuova agenda politica sulla sanità Read more

La nuova agenda politica sulla sanità

Il “Libro bianco” Aiop si propone di individuare i principali elementi correttivi delle criticità strutturali che deprimono la qualità del nostro Servizio Sanitario Nazionale, stimolando la sua capacità di rispondere, con puntualità ed efficacia, ai bisogni di cura della popolazione, al fine di valorizzarne i caratteri di universalità, eguaglianza ed equità.

Health & Hospitals in Italy Read more

Health & Hospitals in Italy

The “Health&Hospitals” Report provides an annual overview and interpretation of the performance of the Italian hospital system. Regulated partly by public law and partly by private law, the system as a whole is conceived as a mixed public-private system and is recognized and governed by the Legislative Decree 502, issued in 1992. With a total of 187 thousand patient beds (131 thousand in public hospitals and 56 thousand in private accredited hospitals), Italy’s hospital system handles 8 million admissions per year, resulting in 57.5 million in-hospital days overall. Public expenditure of 65.9 billion Euros is paid into the system, accounting for 56.3% of public health spending as a whole.

12345678
Copyright 2024 by Aconet
Back To Top